The Amazing Spider-Man

Posted: 7th July 2012 by Karoni in Recensioni
Tags: ,

Interpreti: Andrew Garfield, Emma Stone, Rhys Ifans, Sally Field, Martin Sheen, Denis Leary, Julianne Nicholson, Irrfan Khan, Annie Parisse
Regia: Marc Webb
Durata: 136 min.
Titolo originale: id.
Produzione: USA 2012

VOTO: ½

La crisi sta cambiando l’economia globale e la scoperta del bosone di Higgs apre la strada a una nuova scienza. Con argomenti così importanti a cui pensare è difficile trovare il tempo per guardare un film. Forse è per questo che Cowa ha rifiutato l’invito a venire al cinema. La sua risposta affrettata (“Non ne ho voglia“) probabilmente celava queste più nobili ragioni.

Death, Guderian e il sottoscritto, invece, fregandocene dei massimi sistemi, ci siamo recati nella sala più vicina per assistere all’ennesimo film sul personaggio Marvel più famoso. Naturalmente parlo dell’Uomo Ragno. Grazie a Sam Raimi, Spidey ha guadagnato il posto che merita nella storia del cinema e anche per questo non c’erano molte pretese nei riguardi del film di Marc Webb: ormai il meglio era stato fatto. Ma mai ci saremmo aspettati una ciofeca simile, ancor peggio del polpettone di Zia May.

Trasformare una serie a fumetti in un film richiede grande abilità: bisogna raccontare in circa due ore eventi che sulla carta sono dilatati in numerosi episodi. Il rischio è quello di un collage accelerato.
Purtroppo è questo il caso di The Amazing Spider-Man, veloci scenette che si susseguono l’una dopo l’altra senza pathos e coinvolgimento. Tutto è piatto e morto come il branzino di Miss Stacy e la colonna sonora insignificante non aiuta di certo a valorizzare le scene importanti.
In realtà gran parte del film puzza di serie TV: dai momenti di vita liceale alle sequenze di “caccia al ladro” da parte di Spider-Man, tutto trasuda la rusticità dei mezzi e delle tecniche. A volte addirittura sembra che il regista si sforzi di creare scene orrende come quella in cui Peter respinge dagli spalti una palla da football che si schianta contro un palo, piegandolo. Il tutto realizzato con un effetto speciale amatoriale degno piuttosto di un video per Youtube.

Un altro dei rischi nella trasposizione cinematografica di un fumetto è quello di sprofondare involontariamente nel ridicolo, soprattutto quando il nemico è un ramarro gigante. Il capitano Stacy che, pistola alla mano, chiede “Dov’è la lucertola…?” è l’emblema del tragicomico involontario di molte scene del film.

Su tutte queste manchevolezze avrei sorvolato volentieri se Webb, sfruttando il nuovo potenziale tecnologico, avesse offerto sequenze di lotta memorabili. Invece l’azione supereroistica, relegata all’ultima parte del film, delude per ritmo, per durata e a volte anche per la realizzazione tecnica. Poco divertimento e poca spettacolarità. Il meglio si era già visto nel trailer. Le funamboliche acrobazie di Spider-Man sicuramente hanno un valore aggiunto se viste in 3D, ma spendere 10 euro per pochi secondi di vertigini non ci sembra un grosso affare. Unica nota di merito il cameo di Stan Lee, il più riuscito finora in un film Marvel.

Forse se non ci fossero stati i film di Sam Raimi, avrei apprezzato maggiormente The Amazing Spider-Man.
Forse se fossi un adolescente al liceo darei un giudizio meno severo per l’opera di Webb.
Forse, come dice Richard Benson, “anche la merda avrebbe valore se l’uomo nascesse senza culo“.

P.S.
Il film si intitola, come detto, The Amazing Spider-Man, il nome della storica testata dell’Uomo Ragno iniziata nel 1963. In realtà il regista prende spunto soprattutto dalla più recente serie a fumetti Ultimate Spider-Man e in parte anche da quella animata The Spectacular Spider-Man. Di “Amazing” c’è solo il look dello zio Ben e la versione ditkiana di Lizard (senza muso allungato). Questa precisazione mi sembrava doverosa per tutti i nerds che seguono il blog.

PRO
Stan Lee

CONTRO
Tutto il resto

Compralo su Amazon in DVD e Blu-ray Edizione 2 Dischi.

Leggiti anche...

  1. Steven says:

    E’ raro che mi imbatta in un film in cui DESIDERO la morte violenta del protagonista (L’ultimo fu Eragon, il cui burroso protagonista dal carattere teen-fantasy mi portò a tifare per i cattivi e per il conseguente trionfo del male sul bene!)
    Ma dico io…Raimi fece un ottimo lavoro, mai la figura di peter parker fu piu azzeccata nel ruolo di Toby McGuire….e ora mi mettono sto merdoso cagaccio fighetto! E magari sta ciofeca è pure una pretesa di Reboot per insabbiare la saga di Sam Raimi!
    Garfield: VAFFANCULO! E Anche tu Mark Webb: VAFFANCULO!
    E quel che è peggio e che stavolta non mi viene manco da tifare per i cattivi in quanto anche lizard mi fa gran cagare!

  2. Death says:

    Online leggo solo opinioni ultrapositive… Anche a me ha fatto cacare parecchio, quindi mi unisco ai cori di VAFFANCULO!