Taken – La Vendetta

Posted: 18th February 2013 by Death in Recensioni
Tags:

Interpreti: Liam Neeson, Maggie Grace, Famke Janssen, Jon Gries, D.B. Sweenet, Rade Serbedzija, Leland Orser, Luke Grimes, Aclan Bates, Laura Bryce, Kevork Malikyan, Alain Figlarz, Frank Alvarez
Regia: Olivier Megaton
Durata: 92 min.
Titolo originale: Taken 2
Produzione: Francia 2012

VOTO: 

Leggendo in giro, mi ero fatto un’opinione disastrosa di Taken – La Vendetta. Veniva demolito da chiunque e trattato come la peggio merda in circolazione, nonostante nello stesso periodo, al cinema, uscisse roba lercia come Step Up 4. Non mi ero posto troppi problemi però, e mi convinsi che si sarebbe trattato di un fetecchione. Il trailer, effettivamente, lasciava presagire il peggio: Maggie Grace, teenager d’assalto, lanciava granate in pieno centro a Istanbul.

Fortunatamente la situazione non è così tragica.
Taken 2 è ambientato qualche tempo dopo Io Vi Troverò, ma di Holly Valance non v’è traccia. Liam Neeson è sempre un padre ossessivo, Famke Janssen è sempre più MILF e Maggie Grace non ha ancora la patente (ma si ciula un manzo californiano che Liam non esita a terrorizzare con un’irruzione a sorpresa in casa). La famigliola, un po’ allo sfascio, decide di rinsaldare il rapporto con un bel viaggetto in Turchia, meta esotica ma non profumatissima. Infatti, ad aspettarli ci sono i familiari degli schiavisti albanesi che Liam aveva sterminato nel primo capitolo.
Il film effettivamente si apre con una trovata interessante: siamo abituati a veder morire migliaia di persone nei film action, abbattuti come fantocci di carne tremula e sanguinolenta, ma non si considera mai che questi poveri disgraziati, da qualche parte, avranno pure una famiglia, degli affetti, un passato. L’inquadratura iniziale, su una colossale fossa comune, è quantomeno originale, anche se le lacrime dei parenti sono un po’ pretenziose: decisamente, nessuno dei luttuosi è nella posizione di poter piangere dei bravi ragazzi.

Comunque, Liam e Famke vengono rapiti come dei fessi e tocca a Maggie liberarli. È la parte più ricca di cazzate del film, come il lancio di bombe in mezzo alla città (anche se non con scopi puramente distruttivi), Neeson che si traccia una cartina stradale in testa ascoltando il canto dei muezzin e il rumore della merda di gabbiano che si infrange sui parabrezza delle macchine parcheggiate, e una corsa spericolata per le stradine della città vecchia, dove Maggie, che vi ricordo non ha ancora la patente, si lancia a fare gymkhana degna di Ken Block su un taxi a 5 marce con schianto finale sull’ambasciata americana. Cioè, se si fosse librata in cielo e avesse cominciato a cagare missili dal culo sarebbe stato più credibile, ma vabbè.

Una volta liberato paparino, il film si rinfila in binari più “credibili”, ed è il solito mattatoio. Razzista a oltranza, cafone da far schifo, ma è la stessa scorrettissima solfa del primo film, con un finale ancora più spietato e badass. Astenersi suscettibili e moralisti, in fondo si tratta solo di uno stronzissimo film. Dunque, se il primo Taken vi aveva sollucherato, Taken 2 incontrerà i vostri gusti, a patto di chiudere un occhio (meglio se tutti e due) su alcune stronzate davvero troppo megalitiche. Considerate infatti che, oltre alla parte action, questo ha pure un bell’intermezzo comico-demenziale!

Avvertenza: Megaton dirige come fosse strafatto di speed, e il montaggio epilettico è in grado di provocarvi ben più di un semplice mal di testa. Si parla di robe come 10 cambi di inquadratura in 10 secondi durante una sequenza statica di dialogo…
Eccheccazzo Olivier, va bene che c’hai il nome pirotecnico, ma la prossima volta datti una calmata!

PRO
Stupido ma divertente

CONTRO
Troppe minchiate

Leggiti anche...

  1. Steven says:

    Non capisco il perchè di recensioni cosi cattive verso questo film in effetti! Taken 2 al pari del primo sono degli ottimi action-serio-demenziale in cui zio Neeson ci si immerge a pennello! Ok ci sono delle stronzate (in primis i familiari che vanno a versare lacrime a quelle merde senza speranza) ma sono stronzate sinergiche a tutta “l’impalcatura” del film che, se seguito con consapevolezza (Alias REALTA’ = 0), ti regala un pomeriggio godibilissimo! Mi permetto di dire (gusti miei ovvio) che se proprio c’era da spalare merda sulla mercanzia con protagonista Neeson, THE GREY ci va a nozze!

    • Death says:

      A me è piaciuto pure The Grey, figurati! Ammetto che anche là ci sono un po’ di sequenze inverosimili 🙂

      • Steven says:

        Si immaginavo che a te sarebbe piaciuto! Purtroppo quello è per me un genere “strappa-palle”! Un mero wild-survival con finale RISPARMIABILISSIMO! (Per la cronaca, io tifavo per i lupi!)

        • Death says:

          Effettivamente alla fine vince il mega lupo gigante (e vorrei pure vedé…)! Hai aspettato la fine dei titoli di coda? Altrimenti ci pensa Youtube 😉

          • Steven says:

            L’ho visto adesso! Mai avrei pensato che sto delirio celasse un “uovo pasquale” ai titoli! Tuttavia è ambiguo e non si capisce un cazzo! Sembravano quasi 2 amiconi stanchi in cui uno stava coricato sull’altro!

  2. Death says:

    Il bestio sembra averla spuntata, anche se ridotto male: almeno respira!