Snowpiercer

Posted: 9th March 2014 by Death in Recensioni
Tags:

Interpreti: Chris Evans, Kang-ho Song, Ed Harris, John Hurt, Tilda Swinton, Jamie Bell, Octavia Spencer, Ko A-sung, Kenny Doughty, Ewen Bremner
Regia: Bong Joon-ho
Durata: 126 min.
Titolo originale: id.
Produzione: Corea del sud, USA, Francia 2013

VOTO: 

Anche se il poster lo reclamizzava come “uno dei migliori film di fantascienza dai tempi di V per Vendetta” (?), un preambolo che scoraggerebbe chiunque, ero piuttosto ansioso di vedere Snowpiercer, non tanto per i nomi coinvolti, come tutti i nerd cinefili internettari, quanto per lo sfiziosissimo plot che ora vi andrò brevemente a riassumere.

In un futuro molto prossimo il surriscaldamento globale ha toccato picchi così insidiosi da costringere i potenti del mondo a utilizzare un composto chimico, il CW-7, capace a loro detta di raffreddare l’atmosfera. Così, uno stormo di aerei sfreccia sui cieli sgasando scie chimiche a più non posso. Una volta tanto i cospirazionisti avrebbero fatto bene a gridare al “gombloddo”: il CW-7 infatti innesca una glaciazione che stermina il 99% della vita sulla terra.

Gli unici superstiti riescono a imbarcarsi su un avveniristico treno capace di autosostentarsi che percorre i 5 continenti in moto perpetuo.
Questo prodigio della tecnica, frutto del visionario imprenditore Wilford, è strutturato in vagoni che seguono un rigoroso schema gerarchico: in coda ci stanno i pezzenti, costretti a cibarsi di blocchi di proteine sintetiche (che, non nego, ho desiderato addentare, vittima di improvviso catabolismo notturno), mentre in testa risiedono persone via via sempre più facoltose e lascive.

Il metaforone socio-politico è lampante ma il suo utilizzo è funzionalissimo alla vicenda. Quindi, quando i pezzenti capitanati da un barbuto Chris Evans decidono di insorgere, gongolo all’idea di una cruenta rivolta proletaria.
La situazione in realtà non è così lineare e io non mi arrogo il diritto di formulare alcun giudizio etico, ma lascerò che siate voi a trarre le vostre conclusioni dopo aver visto il film.

Il fatto è che Snowpiercer è un film di fantascienza distopica veramente robusto, con una trama ricca di spunti profondi su cui ci si potrebbe parlare per ore, ma la cosa più importante è che questi contenuti sono portati avanti a suon di furibonde risse a colpi di accetta e mazzuolo, il ché, converrete con me, è cosa più unica che rara.
Il blockbuster spettacolare con cast di prim’ordine diventa quindi qualcosa di più che mero divertissement giocattoloso. Sapete bene che io ho sempre anteposto le mazzate alle elucubrazioni mentali, ma il film di Joon-ho è effettivamente il punto di incontro ideale tra le due cose.
Forse la sceneggiatura pecca nel ripartire in maniera troppo netta le due popolazioni contrapposte, i poveri-buoni e i ricchi-cattivi, scelta narrativa che annulla l’etica ma aumenta l’epica: ci si gasa a morte quando Evans sbrindella a randellate il grugno dei soldati ostili, anche se la mattanza indiscriminata forse lo pone sulla stessa carrozza (ah ah) dei suoi antagonisti.
Ma sono elucubrazioni che lascio volentieri alle persone più assennate di me.

Io registro il dilemma ma non sentenzio una soluzione e mi lascio avvincere dall’action e dal ritmo serrato. E anche dal koreano crazy che si stravolge sniffando droga sintetica.
Per cui io non so se effettivamente Snowpiercer sia il miglior film di fantascienza dai tempi di Blade Runner e Matrix, anch’essi tronfiamente esposti sulla locandina tanto per, ma certamente è uno dei film più appassionati che abbia avuto modo di vedere al cinema di recente. E dal momento che mi sta annoiando quasi tutto, per me questo è già un grandissimo riconoscimento.

PRO
Fanta-action + metaforone sociopolitico

CONTRO
Gombloddo!!!11

Leggiti anche...

  1. Fabio says:

    boh dal trailer non mi ispirava, ma se mi dici che è così bello allora lo recupero.

    PS a me V per vendetta piace un sacco

  2. Cleaned says:

    Piacevole sorpresa in un mare di noia, è vero. All’inizio la location non ha un grande peso (poteva essere anche un palazzo con i piani da scalare) ma andando avanti ci stanno diverse gag che sfruttano il treno.

  3. Lupokatttivo says:

    Bella death!!! Non vedo l ora di addentarlo in dvd!!!!! Oh e passa a trovarmi uno di sti secoli!!!!! Un salutone 😉

  4. Joon-ho e’ dio perche’ alla sua prova Hollywoodiana non ne ha sbagliato una! Il miglior film di fantscienza del anno scorso che sfortunatamnte e’ uscito solo quest anno! Comunque una bomba!

    • Death says:

      È già un traguardo che sia uscito anche da noi 😉 Di Joon-ho conoscevo solo The Host ma mi intriga parecchio anche Tokyo!, pur essendo un film a episodi.

  5. Psichetechne says:

    Non vedo l’ora di vederlo, maledizione, e tu pure ne parli assai bene! Forse riesco ad andare al cinema domani e non voglio perdermelo. E’ che non riesco più a trovare il tempo di visionare in pace un film che desidero vedere. Il tempo è sempre così tiranno, è sempre così CW-7. A presto 🙂

  6. Death says:

    È tempo ben speso amigo, garantisco con una certa sicurezza! 😉

  7. Psichetechne says:

    Visto: notevole:lo sto recensendo

  8. MrJamesFord says:

    Questo invece per me è stata una grossa delusione.
    Da Bong mi aspettavo molto più che un videogiocone che sa di già visto.
    Peccato!