Paranormal Activity – La dimensione fantasma

Posted: 7th March 2016 by Death in Recensioni
Tags:

Interpreti: Chris J. Murray, Brit Shaw, Dan Gill, Ivy George, Olivia Taylor Dudley, Michael Krawic, Chloe Csengery, Jessica Tyler Brown
Regia: Gregory Plotkin
Durata: 97 min.
Titolo originale: Paranormal Activity: The Ghost Dimension
Produzione: USA 2015

VOTO:

Che palle porca troia, non se ne può proprio più.
Stronzo io che me li guardo tutti, ma la serie di Paranormal Activity, ormai, infesta le nostre vite dal lontano 2009.
Già allora avevo fiutato l’olezzo di merda, difatti recensii il primo stronzo firmato Oren Peli in maniera meno che tiepida, nonostante tutto il mondo fosse uscito di testa OHMIODIO CHE PAURA CHE FA QUESTO FILM, persino quel marchettaro di Spielberg se ne uscì con cazzate tipo che si era dovuto cambiare la mutanda cagata durante la visione.

TUTTE STRONZATE!

Paranormal Activity, la saga, non fa paura manco per un cazzo, non ha mai fatto paura e mai lo farà, neanche tirando in ballo fantomatiche Ghost Dimension, dimensioni fantasma completamente idiotiche e revisioniste al massimo, perché ormai che cazzo ci si può inventare di nuovo senza mandare in malora la continuità della serie? Niente, quindi sputtaniamo la continuity e inventiamoci varchi spazio-tempo e improbabili sette esoteriche che la menano ancora con il falso storico del 666 e Satana gli dà pure retta.

La formula non varia. C’è sempre una grossa villa e una famiglia di stronzi che ci abita, la solita bambina cagacazzo da prendere a sganassoni fino all’estasi mistica e la ricorrente ossessione di videoregistrare qualsiasi cosa accada nella loro sporca e miserabile vita.
Spoiler: a un certo punto viene rinvenuta una vecchia telecamera a cassette che registra tutto sgranato, trattandosi di nastro, ma quando appaiono gli ectoplasmi la qualità passa in 4K HD nitidissimo e se la produzione non c’ha lo sbatti di realizzare neanche una registrazione verosimile, tipo girare una cosa e poi riversarla davvero in VHS, capisci che ormai si fa tutto col pilota automatico, ciak si gira e poi veloci a fare gli spettri al computer che tra una settimana dobbiamo sganciare questa merda in straight-to-video.

Bisogna ammettere che, contrariamente agli altri episodi, dove non succedeva un cazzo per un’ora e dieci e la situazione cominciava a movimentarsi solo nell’ultimo quarto d’ora, qui la vicenda degenera velocemente in merda, dopo circa mezz’ora, ma considerato quanto il film sia palloso e ripetitivo non so se ciò possa essere considerato un bene o un male.

I nostri cominciano da subito a notare strane presenze e comportamenti insoliti nella pargola di casa, ciononostante continuano imperterriti a ghignarsela come dei rincoglioniti. Ah ah!, tanto i fantasmi mica esistono!, e invece stavolta il fantasma c’è e si vede, è tutto nero e digitalizzato, fa le facce incazzatissime e ogni tanto tira gli spintoni alla gente o al mobilio. E allora ODDIO ODDIO! – ho perso il conto di quante volte venga urlato -, chiamiamo l’esorcista con la sua brava fiaschetta di acqua santa e il suo pentacolo di Re Salomone, roba così antidiluviana che non fa ridere neanche come parodia, e poi UARGH!, ODDIO!, CHE CAZZO STA SUCCEDENDO? e colpo di scena finale con il male che finalmente trionfa e speriamo che non ci rompa più il cazzo.

Il problema è sempre il solito. Finché continueremo a vedere ‘ste stronzate, a farle incassare, il male continuerà a trionfare e ad ammorbare i nostri teleschermi con questi found-footage solo per finta, ché il montaggio interno è sempre una bomba e ogni tanto ti chiedi chi cazzo stia filmando, sempre che i protagonisti non siano così ritardati da piazzare una telecamera su un treppiede per uno stacco dinamico sul fantasma incazzato nero che fa il diavolo a quattro in salotto. Stooop! Un po’ più di enfasi, Mr. Ghost, per favore.

Stronzo io che me li guardo tutti.

PRO
Spero sia l’ultimo

CONTRO
Stronzo io che guarderò pure l’eventuale sequel

Compralo su Amazon in DVD Versione Estesa e Blu-ray Versione Estesa.

Leggiti anche...