Dragon Eyes

Posted: 18th April 2012 by Death in Recensioni
Tags:

Interpreti: Cung Le, Jean-Claude Van Damme, Peter Weller, Crystal Mantecon, Monica Acosta, Kristopher Van Varenberg, Jason Mitchell, Sam Medina, Eddie Rouse, Luis Da Silva Jr.
Regia: John Hyams
Durata: 88 min.
Titolo originale: id.
Produzione: USA 2012

VOTO:

Insomma me ne stavo seduto sul divano a fare niente, il tempo fuori una merda, il cinema a 4,50€ che salta (ma settimana prossima Battleship a tutti i costi). Una serata da pantofolaio. Allora ecco che a risollevare le sorti della serata sbuca fuori dal nulla Dragon Eyes, l’ultimissimo di Van Damme.
Perchè il Van è una delle poche certezze che ci rimangono.

Nel ridente quartiere di St. Jude alcune gang di latinos contro bande di niggaz si fanno allegramente a pezzi sotto la supervisione attenta della polizia corrottissima. A rompere -in tutti i sensi- l’idillio arriva Hong, un muso giallo ben più che atletico. Hong si immischia nella merda, volano un sacco di botte e la situazione degenera molto presto. Hong fa la differenza a St. Jude perchè durante una breve permanenza in carcere ha avuto l’onore di ricevere lezioni di karate da Tiago (Van Damme).
Lezioni che ha subito modo di mettere in pratica, picchiando sodo sia latinos che negri (per par condicio) fino al confronto finale con Mister V, il gran burattinaio.

La storia, avrete capito, è la stessa che da Yojimbo in poi ci viene riproposta in mille salse a cadenza periodica. Peraltro Van Damme già ci disse la sua con il sottovalutatissimo Fino all’inferno, uno dei miei preferiti (per intenderci, quello dove Danny Trejo fa un massaggio ai maestosi piedi del Van, e non è una scena che si vede tutti i giorni).

Protagonista assoluto è Cung Le, quello che in Tekken non assomigliava un cazzo a Marshall Law. Cung, campione mondiale di Sanshou nonchè campione in Strikeforce, sa sicuramente come si calciano i culi e la sua partecipazione fisica è impeccabile. Che sia poi inespressivo come un Cristopher Lambert d’annata poi, quella è un’altra storia…

Van Damme invece si ritaglia il ruolo da vecchio professionista consumato, il karateka saggio maestro di vita che impartisce all’eroe la lezione che lo aiuterà a districarsi tra le insidie della vita. Questo sulla carta. All’atto pratico invece il Van non fa altro che tirare calci in faccia o pugni in pancia mentre Cung fa i piegamenti sulle braccia. Proprio quello che ci aspettiamo da JC, che oltretutto ha ancora un calcio esplosivo e fulmineo come ai tempi d’oro!

Degna di nota anche la performance di Peter “Robocop” Weller, un grande mito di chi è cresciuto negli anni ’90, qui in grande spolvero nel ruolo del pulotto colluso dall’accento italoamericano e il “cazzo!” facile.

In cabina di regia l’ormai consolidato John Hyams, già degno di lode per l’ottimo Universal Soldier: Regeneration, il cui sodalizio con Van Damme è già destinato a continuare perchè è in uscita addirittura il 4° capitolo degli Unisols, “A New Dimension“, e le premesse fanno già salivare a manetta (nel cast oltre al Van e Dolph stavolta c’è anche Scott Adkins).

In finale, ci stanno le gang, ci stanno le arti marziali miste, ci stanno i grandi classici dei ’90 tirati a lucido, ci sta pure la fotografia desaturata che fa un casino Training Day da discount… che volete di più?
L’antipasto ideale per prepararci a un’indigestione di Van Dammage in Expendables 2!

PRO
Calci in culo e Muthafucka

CONTRO
Moar Van Damme, plz!

Leggiti anche...

  1. ale-is-rock says:

    ma sapete se è prevista un’uscita italiana per questo film del van?

  2. Death says:

    Ciao ale! Il film in UK è uscito qualche giorno fa direttamente in dvd, in USA dovrebbe uscire al cinema l’11 Maggio mentre per l’Italia, come al solito, non si sa ancora niente (al 95% uscirà in sordina solo su dvd)… Appena avremo qualche news ve lo comunicheremo prontamente!

  3. ale-is-rock says:

    grazie mille della pronta risposta death!!!! … e comunque che passi sicuramente direttamente in dvd poco importa … VAN DAMME FOR LIFE!!!!!!!!!