Cinquanta sfumature di grigio

Posted: 16th March 2015 by Death in Recensioni
Tags:

Interpreti: Jamie Dornan, Dakota Johnson, Luke Grimes, Victor Rasuk, Jennifer Ehle, Eloise Mumford, Max Martini, Rita Ora, Marcia Gay Harden
Regia: Sam Taylor-Johnson
Durata: 125 min.
Titolo originale: Fifty Shades of Grey
Produzione: USA 2015

VOTO: ½

È solo grazie ai cinesi se riesco a vedere il film scandalo dell’anno.
Cinquanta sfumature di grigio si porta dietro uno strascico infinito di scabrose notizie da fine del mondo: donne che si masturbano in sala, sex toys ancora madidi di umori dimenticati nelle seggiole del cinema, amplessi interrotti dall’intervento della SWAT (o più plausibilmente dalle maschere del cinema, sempre che esistano ancora) e altre corbellerie assortite.

Mi appresto alla visione, quindi, assolutamente incuriosito da tale clamore mediatico.
Si parla di BDSM, frustini e manette, cose così. Nulla che una coppia un po’ annoiata non faccia nella regolarità della vita di tutti i giorni, ma il fatto che se ne parli un po’ ovunque, dai TG ai Social, tra i sedili degli autobus e durante alla ricreazione a scuola, mi fa sentire un po’ estromesso dall’attualità, dunque decido di capire che cazzo c’avranno ‘ste 50 sfumature di tanto particolare.

Premessa inutile ma doverosa: Guardo il film l’8 Marzo, convinto di attuare una sorta di inutile rivolta sociale.

La storia parla di Anastasia, studentessa impacciatissima che non ha mai chiavato perché aspettava la persona giusta. La persona giusta si rivela essere, dopo appena 5 minuti di film, Christian Grey, youngster rampante & magnate d’impresa, pianista provetto e pilota di caccia ecc. ecc., anche se non si capisce dove cazzo abbia trovato il tempo per imparare tutte queste cose, neanche trentenne.
Anche perché, aldilà delle altre abilità paventate solo a voce, la pratica a cui sembra dedicare la maggior parte delle sue energie (con tanti saluti all’azienda) è il sadomaso spinto, o, parafrasando l’uscita più (in)felice del film, lo “scopare forte”.

Perché sì, Chris è così gentleman che per sedurre la sexy Anastasia non trova di meglio da dire che “Io non faccio l’amore. Io scopo… forte!

IO SCOPO… FORTE!

Dopo essermi perso circa un quarto d’ora di pellicola, sopravvissuto a una crisi di riso isterico e un accenno di embolia, cerco di rientrare nei ranghi della sceneggiatura.
In pratica la storia è questa: Christian è invaghito di Anastasia ma lui non può amare, lui è un cyborg scopatore che mette sotto contratto le fighe con cui desidera intrallazzarsi. Vidimato il contratto, la figa di turno si stabilirà a casa Grey e, a mo’ di sex toy umano, dovrà sollazzare il bel Christian a comando nei suoi giochetti hot a base di frustini e dilatatori anali.

No, purtroppo i dilatatori anali me li sono inventati io.

E basta… mi aspettavo chissà cosa. Violenze, stupri, SCOPATE FORTI, e invece non c’è nulla di tutto ciò. Grey, piuttosto che un sadico sfruttatore maschilista, è tipo il fidanzato perfetto: è ricco, discretamente ganzo (anche se il fisico non è pompato a sufficienza, IMHO), premuroso, sempre presente e porcello il giusto per mantenere vivo il rapporto. Insomma, un paciocchino.

Anastasia invece è perennemente stralunata, si bagna al primo sguardo di Mr. Grey e geme a ogni sculaccione che impatta sulla sua chiappa. Alla fine sclera, ma mica ho capito il perché.

Forse perché le donne sono incomprensibili.
Travisano le attenzioni maschili, non colgono l’importanza di alcuni gesti ma si accaniscono a morte al primo fraintendimento. Anastasia non fa eccezione.
E anche un satanasso come Grey, quello che scopava forte, è ridotto all’impotenza dalla ragazza che ama.

PRO
“Io scopo… forte!”

CONTRO
Più casto di una puntata qualsiasi di Colpo Grosso

Compralo su Amazon in DVD versione estesa e Blu-ray versione estesa.

Leggiti anche...

  1. Lupokatttivo says:

    Era ora che qualcuno desse voce al popolo…. E dicesse a chiare lettere::: c avete rotto er… Con sto cavolo di sfumature…. Grande death sei il mio guru

  2. psichetechne says:

    Certo che sei davvero da ammirare a sciropparti questa inutile melassa porno-soft, e per giunta per poi scriverci pure una bella e anche divertente (come al solito) recensione. Ammirevole davvero. Il film comunque non lo vedrò, anche e soprattutto dopo averti letto. Un doppio grazie, quindi 🙂

  3. ale-is-rock says:

    a parte che sono piu eccitanti due pesci palla che tentano l’accoppiamento … vorrei ricordare a tutte le donne che si sbrodolano, si sono sbrodolate o si sbrodoleranno con questa porcata che 20 anni usciva un certo BASIC INSTINCT che in quanto a carica erotica, sesso spinto ad alti livelli e intrighi gli caga in testa tutto il giorno a sta merdata per donna che non vedono una mazza nemmeno se vanno a vedere una partita dei new york yankees … e poi vanno di moda i film sulle donne pure e tutte si spacciano per pure, vanno di moda i film sul bdsm e tutte si riscoprono diavoli del sesso spinto, mi auguro che non vadino mai di moda i film sulle donne che non si lavano, non oso immaginare cosa diventerebbe il mondo!!! ROCK N’ROLL GUYZ!!!