Blob – Il fluido che uccide

Posted: 23rd June 2014 by Death in Recensioni
Tags: , ,

Interpreti: Kevin Dillon, Shawn Smith, Shawnee Smith, Jeffrey DeMunn, Donovan Leitch, Ricky Paull Goldin, Billy Beck, Candy Clark, Beau Billingslea, Art LaFleur
Regia: Chuck Russell
Durata: 95 min.
Titolo originale: The Blob
Produzione: USA 1988

VOTO: 

Estate fa rima con film dell’orrore e recensioni stringatissime.
Colto da nostalgia fulminante, ieri sera mi sono risparato Blob – Il fluido che uccide, un film che da ragazzino mi aveva terrorizzato maledettamente. Rivedendolo a distanza di oltre 20 anni mi son reso conto del perché.

Nonostante si tratti di un remake e la trama sia la più classica possibile, da B-movie totale, l’odissea della cingomma rosa gigante convince tutt’oggi, nonostante l’età, per due validi motivi.

1) Gli effetti artigianali spaccano il culo ai passeri in volo. Mi dispiace ribadirlo ulteriormente, ma la CGI ha solo rovinato il genere più bello del mondo. Mi immagino un remake dove il Blob è digitale e impressiona non più di un culo sfatto in riva al mare.
Il Blob prostetico invece è disgustoso e vibrante, un enorme crème caramel fragoloso che ingloba tutto e tutti, senza scampo.
E da qui arriviamo al punto 2) e cioè che The Blob è splatter a calci in culo! Sfido io che da piccolo per poco non ci rimanevo secco. Qui c’è gente squagliata ogni 5 minuti, corpi fusi e compressi, masticati come un chewing-gum umano, un trionfo di corporalità distorta che se la gioca col finalone di Society.

E poi c’è l’imprevedibilità del classico film che se ne sbatte delle logiche di mercato. Il figo della situazione infatti finisce liquefatto dopo appena 20 minuti, lasciando le sorti del film sulle spalle del tamarrissimo Kevin Dillon (fratello di Matt), in blue jeans e chiodo di pelle.

La scena meta? Il Blob che irrompe in un cinema dove si proietta un clone sfigato di Venerdì 13.

La scena WTF? Sono indeciso tra il barbone sciolto su una branda d’ospedale, il cameriere triturato nello scarico di un lavandino o il bambino cagacazzo disciolto nelle fogne.

Cioè, insomma, cult totale.

Dirige lo specialista Chuck Russell, già in cabina di regia per Nightmare 3 (forse il sequel più riuscito, se si esclude il New Nightmare di Craven), quella bombetta di The Mask e L’eliminatore con Schwarzy.
Un tipo degno di rispetto, insomma.

Piccola curiosità: nel ruolo di un dottore c’è anche Jack Nance, l’indimenticabile Eraserhead del film di Lynch.

PRO
Il trionfo del make-up artigianale

CONTRO
Spero non ne facciano mai un ulteriore remake

Compralo su Amazon in DVD Import (con Audio Italiano).

Leggiti anche...

  1. Lupokatttivo says:

    Un mito, lo conservo gelosamente tea i miei dvd e ogni 3mesi lo rimetto … Bellissimo!! E secondo me, migliore dell originale 😉

  2. Psichetechne says:

    Sì, bè, un caposaldo, un’architrave. Grandioso di per sè. A presto (fatti sentire, eh?) 🙂

  3. Death says:

    Sono un po’ evanescente in questo periodo, chiedo perdono 😀

  4. Horace Pinker says:

    Sempre bello per una serata di tutto relax.